[DEA#1] Hamburger fatti in casa

Quando decidete di festeggiare uscendo a mangiare e volete una cosa semplice — che so: McDonald’s — non prendete la malsana decisione di farvi gli hamburger in casa, invece di uscire, seguendo la ricetta in spagnolo di un libriccino di cucina su cui avete sbavato affamati per tutto il pomeriggio. Andate da McDonald.

Se invece non volevate festeggiare andando a mangiare a McDOnald’s, sentitevi pure liberi di sperimentare.

Ma ricordate, se vi dicono ricetta per 2 persone, non vuol dire che potete farne il doppio e pensare di finirlo se siete solo in due. C’è scritto! Per 2 persone! Non per 2 persone piccole, o per 2 persone anoressiche. Dice per 2 persone, e 2 persone vuol dire 2 persone, cazzo!
Inoltre sappiate che quel vostro sogno nel cassetto di trovare l’avena nel supermercato, rimarrà nel cassetto. Perché nel vostro supermercato di avena non c’è traccia.

Hamburger classico (ricetta per 2 persone)

  • 300 g di carne trita (bovino)
  • 25 g di semi d’avena
  • Ketchup
  • Senape
  • 1 cucchiaio di latte
  • 1 uovo
  • ½ Cipolla
  • 2 panetti per hamburger
  • Burro
  • Sale
  • Pepe
  • Olio
  • Origano
  • Pomodoro
  • Lattuga

Se anche voi, come me, avete sempre acquistato gli hamburger già fatti (e qui parlo della sola carne) potreste quasi quasi fare gli abitudinari e continuare a comprarli così, se però vi piace l’avventura e soprattutto sporcarvi le mani, tentar non nuoce (sempre che anche voi, come me, non ignoriate le quantità arbitrariamente).

Con 300 grammi di carne trita sbattuti ovunque vi faccia comodo, dovrete aggiungere 1 ½ cucchiaio di ketchup, ½ cucchiaio di senape, 1 cucchiaio di latte, l’avena e l’uovo. E subito dopo dovrete ficcarci gli avambracci e mescolare, per poi aggiungere — e rendendovi conto di doverlo fare solo quando avrete pezzi di mucca per tutto il corpo e colerete ketchup e uovo che è una meraviglia — sale pepe e origano. Quindi fatevi aiutare se potete.

Con la massa informe ottenuta dovrete creare due pallette che saranno i vostri hamburger. Vi consiglio di fare due palle perché, se li schiaccierete previamente, con ogni probabilità vi si romperanno nello spostamento alla padella.

Suddetta padella sarà piena di olio ben caldo pronto a cuocere le due pallette. Se siete ricchi e avete una piastra non capisco cosa ci facciate qui, visto che di hamburger ne avrete fatti a migliaia, se però vi piace molestarmi, sì, anche la piastra funziona bene.

Appena messe in padella, schiacciate le pallette e otterrete così i vostri hamburger! Urrà! Cuocete ambedue i lati a fuoco alto 1 minutino, e lasciateli riposare a fuoco basso circa altri 7 minuti.

Ora viene il bello: in questo lasso di tempo, se non l’avete fatto prima — e no, io non l’avevo fatto prima — vi toccherà tagliare la mezza cipolla fine fine, per poi farla croccante in padella, e imburrare il pane per dorarlo nel grill. Oltre che tagliare due fette di pomodoro e alcune foglie di lattuga se le desiderate nel vostro panino.

Il passaggio successivo è quindi buttare la cipolla nella padella con l’olio e sughetto degli hamburger e scottarla finché è croccante. E poi quello che anche un bambino saprebbe fare: la colonna di ingredienti tra fetta di pane e fetta di pane.
Potete piazzarci formaggio in sottilette, bacon, cetrioli, qualsiasi porcheria vi venga in mente! Sicuramente qualche americano l’ha già fatta tempo fa!
E tra non molto arriverà da McDonald’s e qualcuno più furbo di me lo mangerà senza alzare un dito!

Dopo il vostro hamburger che vi sembrava piccolo e invece era enorme, sarete soddisfatti.
E non vi venga in mente di farvene altri due! Perché farete vomitare la vostra ragazza per tutta la notte — che voi invece passerete a scusarvi e a tenervi la pancia al caldo, sconvolti dai crampi. Giuro.

È il karma delle mucche. Avete voluto troppo.

CREDITS: [1]

Condividi Commenti