[DEA#9] Torta al cioccolato (ma mica la qualunque)

Finalmente è arrivata l’ora del dolce…
C’eravamo un po’ stancati con tutti ‘sti primi e secondi, no? (anche se per la verità ci sono solo secondi, meno hamburger e paella che è sono un po’ un jolly)

Dopo una sfiancante lotta testa a testa con La cacca di piccioni nel solito sondaggio (La grande pagine delle ricette mancanti) è ora giunta l’ora della Torta al cioccolato (ma mica la qualunque)!

Eh sì, perché una torta qualunque non lo è.
Per cominciare, non c’è farina. No, no, niente farina e carboidrati per gli obesoni, sorry. Solo una montagna di cioccolato, burro, yogurt e zucchero a velo! Ma che sto facendo? Sto correndo troppo. Con calma, con calma.

Il dolce va gustato, no?

Bene, questa torta assomiglia forse più a un gigantesco brownie, delizioso e fondente. Ed è, manco a farlo apposta, facilissima, e anche molto economica. Quindi pronti, alla frusta, via!

Torta al cioccolato (ma mica la qualunque)

  • 200 g di cioccolato fondente nero da dolci (quello in blocchi)
  • 100 g di burro
  • 1 yogurt bianco magro (max 125 g)
  • 100-150 g di zucchero a velo
  • 3 uova
  • a piacere, un cucchiaio di farina

Sì, lo so, ho detto senza farina, ma un cucchiaio ci può andare lo stesso, ok? Di quelli da zuppa, però non colmo stracolmo.

Ok, per prima cosa ammiriamo i nostri ingredienti. La scelta dello yogurt è volta a tagliare a metà la dose di burro, che sarebbe dovuto essere 200 g, così viene ugualmente buona, senza preoccuparci di colesterolo o altre cazzate.

• 3 uova

• Due bustine di zucchero a velo

• Il cioccolato fondente

• I 125 g (- 25) di burro

• E Lo yogurt

Ora dovremo sciogliere a bagnomaria il nostro cioccolato e il burro. Sapete come si fa? Ok, riempite d’acqua un pentolino e accendete la fiamma, sopra di lui, mettete un altro pentolino o padella (che stia in equilibrio!) e sfruttate il calore del vapore per sciogliere senza cuocere. Così:

• Cioccolato e burro a bagnomaria per la torta

[NdGatto: secondo mia madre sono l'unica persona al mondo a fare così il bagnomaria, quindi se ci tenete a quello che le vostri madri (se se ne avete più di una) pensano di voi, non seguite i miei consigli]

Dopodiché aggiungiamo anche lo yogurt e aspettiamo che siano ben amalgamanti e sciolti per bene. È inoltre un buon momento per accendere il forno a 180°, se ve ne siete dimenticati.
Mentre aspettiamo, imburriamo la teglia o forma da torta che useremo. In questo caso, ovviamente, caso vuole che non fossi a Milano ma al mare (Eh sì, che sfiga, lo so) e quindi non avevo con me la mia fidata teglia rotonda dei cinesi, quindi mi sono ingegnato con ciò che c’era.
E non è andata male (certo, non è venuta rotonda, ma che vuoi che sia? Non siate così arturiani, suvvia).

• La teglia imburrata

• ...E poi infarinata

Ora che dovrebbe essere tutto sciolto, possiamo spostare la melma in un contenitore più adeguato allo sbattimento con frusta (o in questo caso forchetta) che va a seguire.
Aggiungiamo al mix di cioccolato, burro e yogurt per primo lo zucchero a velo, e sbattiamo.
Poi, una per volta, le uova, sbattendo sempre.
Infine, se volete, è il momento della farina, un cucchiaio e via, a sbattere di nuovo!

• La melma di cioccolato, burro e yogurt

• L'aggiunta di zucchero a velo

• Le uova, una alla volta

• E il cucchiaio di farina

Ora siamo pronti a versare il tutto nella teglia/forma per torte e infornare (Lo ripeto: a 180°).

Versiamo l'impasto...

• ...E inforniamo a 180°

Ci vorranno 25-30 minuti, nemmeno tanto, no? Quindi leggetevi qualche Topolino o guardate una puntata di HIMYM e dopo controllate.
Tirate fuori la teglia e lasciate riposare un po’. Lasciate che si raffreddi prima di provare a estrarre la torta.

• Torta al cioccolato pronta in teglia

Ora siete pronti a servire! Capovolgete la teglia dove volete mettere la torta e battete forte sul fondo. Se non dovesse bastare, con forchetta o coltello staccate i bordi e ripetete la giravolta.

Ecco pronta la Torta al cioccolato!
Ora assaggiate e ditemi se è una torta qualunque…

• Torta al cioccolato (ma mica la qualunque)

Ti è piaciuto l’articolo?

Perché non dai un’occhiata al mio romanzo, allora?
Scaricalo gratuitamente, senza trucchi né inganni, o paga quello che ritieni giusto. Leggilo, prestalo, amalo, odialo, ignoralo, ma spargi la voce. Più siamo meglio è!

Lasciami provare a stupirti!

Condividi Commenti