SDA e Indirizzo Errato: a mali estremi...

Porca merda.

Non è possibile. Cioè, cheppalle!
Tra attese di internet, Sda, frigoriferi (a proposito, è arrivato e funziona a meraviglia, ovviamente la porta è montata al contrario, ma che ci vuoi fare? il 50/50 non perdona. Mai.) e altre cose stupide, tra poco mi servirà una scorta di valium. Checcazzo!

Con Fastweb e Sda mi ero arreso: Sda è una compagnia di farabutti e incompetenti, e Fastweb evidentemente non era così interessata ai nostri 20€ mensili, lo posso capire. Me n’ero fatto una ragione. Aspettavo con calma che chiamassero. Dopo due mesi però aspettare comincia a pesare.

Il frigo perlomeno è arrivato, certo. Però, giusto per riequilibrare le cose, la dolce consorte ha teneramente deciso di farmi una sorpresa e, ahimè, comprato online qualcosa da qualcuno che, ahimè, si affida a Sda.

Indirizzo errato…

L’odissea ricomincia.
Sda, deduco, imposta il navigatore e non trova la via. Giunge per cui alla conclusione che non esistiamo. Ovvio.
Impossibilitato a comunicargli quanto pensavo via telefono, visto il call center a pagamento (e ti pareva), scrivo loro questa pacifica mail:

Buongiorno,
sono già due le volte in cui una spedizione diretta a indirizzo corretto, viene tralasciata dai vostri frettolosi corrieri, forse per voglia di finire presto o per accidia o per chissà qual altra indisposizione fantasiosa.
Due sono infatti le spedizioni perse nel nulla, dirette a via Xyx Xyxyxyx 8 20142, Milano (MI). Una ormai archiviata e perduta, una recente, IDV2816483015322. Giusto oggi, per la terza volta, il vostro corriere ha pensato bene di indicare indirizzo errato come causa di mancata consegna.
Certo, la via è nuova e probabilmente non compare negli aggiornatissimi navigatori in dotazione al corriere, però guarda caso le posteitaliane, vostri soci e/o affiliati, ci arrivano senza alcun problema.
Ripeto, nel caso non sia chiaro: LA VIA ESISTE. SIAMO QUI. LE POSTE CI ARRIVANO. DOVE CAVOLO FINISCONO I NOSTRI PACCHI?
Sarà quindi il caso di spronare il personale a fare un cicinin di più?
Così, giusto per vedere se magari funziona. Senza esagerare, eh. Non sia mai che vi faceste la reputazione di corriere decente.
Chissà perché, ma con SDA c’è sempre qualche problema.

Cordiali saluti,
Un cliente in attesa da tanto, tanto tempo.

Mail a cui ovviamente non rispondono, non saprei dirvi perché. Inizio al contempo, vista la foga, a scrivere a Fastweb attraverso il loro form Contattaci, a cui nel giro di due nanosecondi segue una mail all’indirizzo di posta da me fornito, informandomi che l’indirizzo a cui ho inviato la mail non è abilitato alla ricezione. Cazzo, penso. Neanche avessi risposto alle mail no-reply che inviano, ho usato il form sul LORO SITO. Boh. Va be’.

Non mi do allora per vinto e recupero (in mancanza di numeri verdi) i numeri di telefono di:
a) negozio principale di Fastweb a Milano.
b) filiale Sda che tiene in ostaggio la sorpresa ordinata da Paula.

Fastweb mi invita ad andare a recuperare in negozio il modem, di persona, e sembra migliorarmi la giornata.
Solo fino al momento in cui le parole “forse non ci siamo capiti” escono di bocca alla commessa, evidentemente NON intenzionata a fornirmi il modem per cui mi ha fatto fare 5 km in bici. In quanto: non in negozio. Poco conta la sua precedente risposta alla mia domanda (al telefono): Ma ce li avete lì in negozio?
Tornato a casa e notato il terzo (o quarto o quinto) Indirizzo Errato nel tracking di spedizione di Sda, perdo le staffe e chiamo la filiale. Speranzoso di poter almeno comunicare a voce il mio sconforto.
Chiamo e dico che stiamo aspettando da vari giorni una spedizione ad apparente indirizzo errato.
Il simpaticissimo e disponibile figlio di sua madre all’altro capo del telefono mi intima immediatamente di chiamare il call center, in quanto loro non dovrebbero fornire quel servizio.
Lo informo quindi del fatto che mi piacerebbe molto, peccato che sia a pagamento.
Lui risponde che se è a pagamento un motivo c’è.
Al che, prima che tagli corto e metta giù, gli ripeto che aspettiamo da giorni a un indirizzo esistente, con nome sul citofono, e ancora non si vede arrivare nulla.
Lui risponde di chiamare il call center, e aggiunge che non ha idea di come mai non arrivi il pacco.
Gli suggerisco che forse il motivo è che sono una compagnia di idioti.
Mi ringrazia e si appresta a mettere giù.
Prima che possa farlo gli comunico il mio disappunto rapidamente e con garbo, mandandolo affanculo.
Successivamente mi auguro che per Natale riceva un cancro ai polmoni herpes inguinale (NdGatto2017: con l'età mi sono ammansito) e lo scrivo nella letterina. Scrivo solo quello, tanto per essere sicuri. Meglio non essere capricciosi.

Ebbene, se tutto va bene oggì arriveranno magicamente entrambi i pacchi, a un altro indirizzo, s’intende. Non prima che i porci si siano presi 48 ore per spostare i pacchi da una filiale all’altra. Perché dall’HUB milano3 non è assolutamente possibile spedire al CAP Milano 20121 invece di 20142. Giuro, potrebbe morire qualcuno se lo facessero. Per cui 48 ore. Del resto un pacco dalla Cina arriva in 4 giorni. Ora, io non sono un esperto in Geografia, ma credo che Shangai-Milano sia più o meno il doppio della distanza di Milano20142-Miano20121. Per cui non me la prendo.
Del resto, è il loro lavoro, sapranno pur farlo, no?

Sono loro gli esperti.

In chiusura, mi domando se il loro nome sia un acronimo… S.D.A.
Sempre Diretti Affanculo?

Me lo auguro.

Condividi Commenti